Navigazione
· Home Page
· Forum
· Galleria Fotografica
· Catalogo Locomotori
· Downloads
· Articoli
· News
· Links
· Staff e Contatti
· Ricerca

· admin
Domenico Arcuri, nuovo Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato



Domenico Arcuri, nuovo Amministratore Delegato delle Ferrovie dello Stato


News: Francesco Pompei

Ieri sera sono state rese pubbliche le nuove nomine dei manager statali, con le relative assegnazioni decise dal Governo Renzi. Dopo un lungo incontro con i vertici dello Stato si è deciso chi dovrà dirigere le aziende chiave delle quali il maggior azionista è lo Stato Italiano. Il cambiamento più importante e, forse, al centro dell’ attenzione mediatica è sicuramente il passaggio di Mauro Moretti da A.D. del Gruppo Ferrovie dello Stato, ad A.D. di Finmeccanica. Precedentemente Matteo Renzi, aveva già pronta la proposta al governo per la nomina di Mauro Moretti a Ministro dello Sviluppo Economico, incarico declinato e respinto da quest’ ultimo. Tenendo conto della grande stima che il presidente Renzi ripone in Mauro Moretti, ha deciso di affidargli uno degli incarichi più prestigiosi, amministratore delegato di Finmeccania. Essendo un incarico molto delicato e considerato nel mondo industriale uno dei più privilegiati, l’ ex AD delle ferrovie non ha potuto rifiutare, nonostante la sua forte titubanza e un mondo di ricordi che lo tiene legato e affezionato al mondo dei treni. Questa mattina è subito stata resa pubblica la nomina del nuovo AD del Gruppo FS, Domenico Arcuri. 47 anni, calabrese, laureato alla Luiss in Economia e Commercio. Dal 2007 è AD dell’ azienda Sviluppo Italia (oggi rinominata Invitalia).
Per quanto riguarda un ambito più inerente e vicino al mondo ferroviario, questo cambiamento è stato dovuto al fatto di cercare di discostare l’ attenzione sui progetti riguardanti l’ AV e di agevolare e incentivare il trasporto locale e di media percorrenza. Ciò non significa che i progetti riguardanti la TAV verranno bloccati, ma si cercherà soprattutto di curare maggiormente gli aspetti principali dei treni regionali, al fine di portare anche questo settore ferroviario ad ottimi livelli di efficienza.

Pagina resa in 0.03 secondi! 7,389,023 visite uniche