Navigazione
· Home Page
· Forum
· Galleria Fotografica
· Catalogo Locomotori
· Downloads
· Articoli
· News
· Links
· Staff e Contatti
· Ricerca

· admin
Inaugurazione Coradia ETR234 a Torino

Entrano in servizio i nuovi Coradia Merdian GTT
Oggi 21 Gennaio 2013, a Torino è stato inaugurato il primo complesso di ETR234 che entrerà a far parte nella flotta di GTT assieme ad altri 2 treni gemelli.


Il nuovissimo ETR234-001 nella corsa di ritorno da Lingotto a Porta Susa, entrerà già in servizio attivo da Rivarolo Canavese a Chieri nel pomeriggio. Foto: Flavio Tecco

La manifestazione si è svolta nella nuovissima stazione di Torino Porta Susa, punto nevralgico del sistema SFM, alla presenza di numerose autorità, compresi il Sindaco di Torino Piero Fassino e l'assessore ai Trasporti della Regione Piemonte Barbara Bonino.
La breve corsa prova tra Porta Susa e Lingotto e ritorno, ha dato un piccolo assaggio ai presenti di come migliorerà il confort e il servizio sulla SFM1 (dove i convogli saranno impiegati).


Il Treno di ritorno a Torino Porta Susa. Foto: Luca Xavier Bozzo

La corsa d'inaugurazione è stata svolta dall'ETR234.001, arrivato al primo binario della stazione di Torino Porta Susa. Pochi minuti più tardi il convoglio è partito per Torino Lingotto, passando da Torino Smistamento Nord, linea utilizzata prima dell'apertura del Passante di Torino. Dopo una breve sosta a Torino Lingotto, in cui sono state effettuate interviste alle autorità presenti e sono state fatte le foto, il treno è partito alla volta di Torino Porta Susa, passando questa volta dal Passante.


Il Treno ETR234 partente dal Lingotto alla volta di Porta Susa con le autorità e la stampa a Bordo. Foto: Flavio Tecco

I convogli, costruiti dalla Alstom negli stabilimenti di Savigliano (CN) nel corso del 2013, hanno svolto le prove di omologazione presso le Ferrovie Nord Milano tra l'estate e l'autunno dello stesso anno, per poi tornare in Piemonte per l'istruzione del personale e le corse prova di preesercizio tra Settimo e Rivarolo, con qualche sporadica apparizione tra Torino e Chieri.


Gli interni del treno, con sedili in tessuto, come vuole la tradizione GTT. Foto: Flavio Tecco

La configurazione di queste elettromotrici è di 4 casse articolate, di cui quelle in estremità dotate ciascuna di due motori, per un totale di 4 motori asincroni da 512kW di potenza. La lunghezza del treno è di 67,5m, è dotato di 188 posti a sedere ed uno per disabili in carrozzella e due punti di ancoraggio per facilitare il trasporto delle biciclette. Ogni cassa ha una porta di accesso per lato, tutte a piano ribassato, tutte dotate di pedana retrattile, a livello marciapiede (cosa che si nota molto bene a Torino Porta Susa e nelle stazioni di recente costruzione o rinnovamento, mentre nelle stazioni più vecchie rimane uno scalino). In una delle casse intermedie è presente un ampio bagno, atto anche per i disabili.
Il treno è dotato di aria condizionata, prese elettriche a 220V per ricaricare telefoni cellulari o pc portatili, schermi informativi a led ed LCD all'interno, e di velette a led all'esterno, già configurate correttamente nel viaggio inaugurale con la dicitura “SFM 1 – Rivarolo”. Il confort a bordo è elevato, con una silenziosità ottima a tutte le velocità. Inoltre il treno è dotato di un impianto di videosorveglianza, sistema antincendio nelle vetture e nella toilette. La cabina è inoltre predisposta per l'installazione del sistema ERTMS.


I pannelli per la presentazione a Porta Susa, a cura dello staff SFM Torino. Foto, Flavio Tecco

Già da oggi pomeriggio sarà possibile vedere in servizio regolare questi convogli sulla linea SFM1. Andranno ad affiancare i complessi TTR costruiti sempre da Alstom a metà degli anni 2000, ed i treni ETR Y0530 già in servizio dal 2000.

Con questi tre nuovi convogli, GTT abbassa dunque l'età media del parco rotabile, aumentando la qualità dei servizi offerti. Con l'entrata in servizio dei tre coradia, uno dei TTR dovrebbe essere trasferito sulla SFM-A, in modo da migliorare la qualità dei servizi anche su quella linea.





News: Flavio Tecco, Luca Xavier Bozzo e Daniele Segre
Foto: Flavio Tecco e Luca Xavier Bozzo


Pagina resa in 0.05 secondi! 7,850,455 visite uniche