Navigazione
· Home Page
· Forum
· Galleria Fotografica
· Catalogo Locomotori
· Downloads
· Articoli
· News
· Links
· Staff e Contatti
· Ricerca

· admin
Trasferimento Moretta-Torino



Trasferimento Straordinario Moretta-Torino


Venerdì 7 Ottobre 2011, la Locomotiva a vapore Locotender T3 e l'aln776-1001 sono stati oggetti di un trasferimento straordinario dalla Metalmeccanica Moretta a Torino Smistamento, in occasione del porte parte di Sabato 8 e domenica 9 ottobre.

Aln776-1001 inattiva, spinta dal Locotender T3 posto in coda al convoglio, in arrivo a Saluzzo nel tratto dismesso da RFI. Foto: Flavio Tecco

Ore 14.30. Metalmeccanica Moretta.
Oggi è un giorno particolare, dopo il fermo officina per le riparazioni, la Locotender T3 del 1907, di proprietà del Museo ferroviario Piemontese di Savigliano, rincomincia ad emettere i primi sbuffi!
Eh gia, oggi è un giorno davvero speciale.
In Occasione del porte aperte di Torino Smistamento di Sabato 8 e Domenica 9 ottobre, il museo ha pensato di contribuire all'evento esponendo i suoi mezzi "di punta".

Aln776-1001 pronta per essere inserita nel convoglio diretto a Torino Smistamento. Foto: Flavio Tecco
In attesa delle dovute autorizzazioni a procedere, i tecnici stanno approntando gli ultimi accorgimenti alla Locotender T3, che dovrà spingere il convoglio formato da Aln776-1001+3 Carri "Tipo F" (Sempre di prorietà del Museo), dalla stazione di Moretta fino a quella di Saluzzo, dove l'attenderà una D445 in dotazione a Trenitalia Cargo, che trainerà la composizione da Saluzzo a Torino.

Alle 15.30 (con circa un'ora di ritardo), c'è il nulla osta. Si inizia a manovrare!
Le operazioni sono affidate al Badoncino (una via di mezzo tra una Sogliola e una 214), che dapprima porterà fuori dal capannone la carrozza Bz204 ex Satti (utilizzata come carro Scudo) con i 2 carri F (Tipo FII5S a 2 assi FS), che devono essere attaccati alla Locotender in quanto nel primo carro c'è il generatore.
In una seconda manovra viene fissata la "maschera" della 776 che viene agganciata al Terzo carro F per mezzo di barra rigida con adattatore del gancio.
Il convoglio viene completato da una terza manovra di retrocessione del badoncino che va ad agganciare i 2 carri F di testa al mix Aln+Carro F di coda.

Completamento della manovra con l'aggancio dei 2 carri F al mix Aln776+carro F di coda.

Il badoncino+Bz204 hanno completato le operazioni di manovra. Essendo che non c'è spazio per rientrare nella rimessa, il manovratore si porta in stazione a Moretta, che ha un unico binario (l'ex binario 1) che funge da asta di manovra.
Durante le operazioni, il Locotender è uscito in linea per effettuare le prove di rito prima dell'inizio del servizio.
Eccolo che rientra nel deposito per agganciare l'intero convoglio.


Il personale provvede intanto a caricare il secondo Carro F di Sacchi contenenti il carbone necessario al funzionamento della locomotiva a Vapore (Essendo una LOCOTENDER ovviamente non ha il tender ne tantomeno un vano per contenere questi sacchetti)

Si parte!
La locotender "tira fuori" dal deposito l'intera composizione e si porta sull'asta di manovra della vecchia stazione.


L'inversione di marcia e la partenza in direzione Saluzzo alla velocità di 20km/h, la massima ammessa per questo percorso pieno di insidie, essendo dismesso dal servizio ordinario si possono trovare in linea cespugli e ostacoli che potrebbero far sviare l'aln, molto leggera per fungere da "apripista".
L'attentissimo personale a bordo della Aln776 scruta il percorso per evitare ogni tipo di problema.
La locotender con 3 addetti a bordo intanto spinge quasi al limite della propria prestazione il convoglio nella leggera salitella costante che collega Moretta a Saluzzo.
Alcuni addetti automuniti (compreso il sottoscritto accompagnato da alcuni appassionati fotografi) "rincorrono" il treno per l'intera tratta per rubare qualche scatto memorabile (Anche se la luce non era affatto buona a causa delle nubi che coprivano il sole), e per presenziare i numerosissimi Passaggi a Livello senza barriere che si trovano lungo il percorso.
Gli automobilisti stupefatti seguono con curioso interesse il transito del treno, un occasione più unica che rara di vedere qualcosa transitare sulla ex Saluzzo-Airasca!

Il treno transita a 20km/h nelle campagne di Torre San giorgio con dietro la catena montuosa del Monviso.



Il treno sta arrivando a Saluzzo, termine corsa della prima parte del trasferimento.

Dopo aver attraversato i 3 PL più "pericolosi", il treno si porta sul binario 1 della stazione di Saluzzo, svincolato dal resto della rete.
Il convoglio viene arrestato poco prima dei marciapiedi di stazioni, infatti la D445 che doveva arrivare alle 17.30 a Saluzzo, è in ritardo.
Poco dopo il DCO ci comunica che è ancora a Trofarello, davvero un peccato perchè sarebbe stato bello scattare qualche foto al treno completo per Torino.
La D445 arriverà nella prima serata, dopo aver agganciato il treno proveniente da Moretta si porta alla velocità di 30km/h (limite massimo consensito in quanto si tratta di trasporto eccezionale con condotte dell'arie non collegate al resto del treno) che manterrà fino a destinazione.
La Locotender (In composizione con 2 centoporte) nei giorni dell'evento effettuerà delle corsette gratuite ogni mezz'ora dal binario 1 di Torino Porta Nuova a Torino Smistamento e viceversa.
E' in programma anche un treno storico tra Savigliano e Saluzzo, ma non è ancora stato confermato.
Per il momento godiamoci quest'evento, più unico che raro nel capoluogo Piemotese.

News e foto: Flavio Tecco
Si ringrazia tutto il personale della Metalmeccanica Moretta e del Museo Ferroviario Piemontese per avermi concesso questa occasione per seguire in diretta il trasferimento.
In particolar modo un ringraziamento a Michele Cerutti e Piero Zitano per la segnalazione
.






Pagina resa in 0.04 secondi! 7,868,214 visite uniche